Lunghezza del pene

Lunghezza del pene
Qualche membro di JOY poco tempo fa ha parlato di questo argomento.
Da quel che vedo, ci sono moltissimi uomini che si interrogano su quale sia la misura "giusta". E quanti hanno cercato su google per vedere se ci fosse una soluzione per allungarlo?

Abbiamo parlato con un andrologo e ha risposto per noi alle domande più frequenti che gli vengono poste dai pazienti.
1 - Quanto è lungo in media un pene?
2 - Esiste l’andropausa?
3 - Gli spermatozoi possono finire?
4 - Si possono aumentare le dimensioni del pene?
5 - Perché lo scroto cambia continuamente di dimensione?

Qui trovate il video: Andrologo, chi sei?

  • Avete avuto anche voi questi dubbi?
  • In merito alle dimensioni: cosa ne pensate? Esiste una misura che secondo voi è giusta?

*******fun Donna
956 Post
E' un tema molto caro per me. Nel senso che sono dispiaciuta quando noto che un ragazzo che frequento ha una sorta di ansia in relazione al suo pene, indipendentemente dalla lunghezza o grossezza.

Ottimo articolo quello del Dott. Macchione, come sempre!
Da ottimi spunti, ma soprattutto spiega molto bene e con termini non complessi come funziona il tutto li sotto.

Io da donna posso dire che non faccio molto caso alle dimensioni, o per lo meno, sì, ma per ogni dimensione ho sempre trovato ottimi spunti per divertirmi.
Non ho esperienze con i micro pene, ma di piccoli e di molto grossi sì.
In tutti i casi non mi sono mai posta alcuna domanda, mi sono solo divertita e spero di aver fatto divertire.

Quando si hanno dei dubbi di qualsiasi tipo, non solo per le dimensioni, una controllatina fa sempre bene!

Mi rammarica molto che ci sia gente che provi ad allungare o ingrossare il pene. Ad oggi, come dice anche il Doc, non ci sono sistemi così efficaci e mettere a rischio la salute non va bene.
Seguendo un po' il porno, purtroppo si nota molto spesso che anche alcune produzioni fanno pressione sugli attori, che si ritrovano a fare interventi che non portano a nulla.
Personalmente spero che la "moda" cambi.
*******ura Uomo
201 Post
Con me sfondate una porta aperta. Sono convinto che soprattutto per la parte maschile una visione fallocentrica del sesso preclude molte possibilità e sfumature.
È bello vivere il sesso per come si è, il pene è una parte del corpo sensibile e in grado di darci tante sensazione, tra l'altro condivisibili con chi vive con noi i momenti di intimità.
Bisognerebbe ascoltare di più i corpi invece di rincorrere dei modelli e dei canoni e trasformarli nei nostri giochi e mondi da esplorare.
*******fun Donna
956 Post
@*******ura 92 minuti ti applausi
La lunghezza è relativa dipende dalla persona magari ci sono donne che lo preferiscono più grande semplicemente per il fatto che magari lo sentono di più, ma alla fine il pene è relativamente importante, non esiste solo quello nel sesso, chi punta solo su quello sbaglia in principio, io sono convinto che nel sesso serva tutto il corpo e anche la mente, il fatto di trovare sempre nuovi modi di toccare, leccare, baciare, guardare, stuzzicare la mente, è questo che fa del sesso un buon sesso
********aa74 Donna
1 Post
Verissimo
******hoc Donna
252 Post
Personalmente devo dire che la dimensione del pene non è molto importante.
Ho avuto uomini con micro peni che mi hanno fatto divertire e godere. Il sesso non si riduce alla semplice penetrazione e anche se fosse esistono molti moltissimi oggetti che si possono usare per penetrare.
Noto inotre che, in egual misura, per le donne la questione della vaginoplastica sta prendendo sempre più piede.
Entrambe le questioni sono molto probabilmente legate alla pornografia e a insicurezze recondite che mi sono lontane e che difficilmente capisco.
Ad ogni modo sono convinta che ogni pene è diverso, mai uguale, e bello a suo modo.
*********mico Uomo
75 Post
Ho avuto la fortuna di incontrare donne che, per prima loro, mi hanno fatto comprendere quanto ben detto da molti di voi nei loro interventi. In generale, anche per includere ogni genere nel discorso, arrivare a far sesso con un'idea troppo precisa di come debba esattamente essere e in cosa debba esattamente consistere, non è il modo migliore per approcciarsi e si corre il rischio di precludersi piacere e divertimento.
Innanzitutto grazie per aver affrontato l'argomento e per aver condiviso le vostre opinioni ed esperienze, per quanto mi riguarda posso dire di aver avuto delle insicurezze in passato e di averle superate.
Personalmente credo che l'insicurezza legata alle dimensioni del pene sia influenzata da molti fattori, alcuni dei quali non direttamente legati alla sessualità, ma che finiscono per riflettersi anche su quest'ultima. Se da una parte è vero che scorrendo tra i profili femminili (parlo della mia esperienza anche su altre app o siti) non sia infrequente trovare frasi del tipo "cerco superdotati" oppure "astenersi 18 cm, non so cosa farmene" o situazioni similari, è altresì vero che questi rappresentano una minima parte del campione; se questo può costituire una "molla" per scatenare l'insicurezza, credo che abbia la possibilità di farlo solo in chi è già propenso ad essa e a tal proposito forse sarebbe il caso di ampliare la discussione a cosa possa fornire tale propensione. Oltre a fattori di natura personale, credo che una riflessione dovrebbe essere fatta anche su elementi di natura sociologia, come ad esempio a determinati canoni estetici o relativi ad un senso di realizzazione personale (e qui potremmo spaziare dai tatuaggi, agli addominali a tartaruga, dalla macchina che guidiamo ai followers su Instagram) che la società ci impone (o che quantomeno sembra imporci) e che, in misura molto variabile da persona a persona, in fondo tutti finiamo per proiettare su noi stessi. Senza una maggiore consapevolezza credo che ognuno di questi canoni possa portare ad un senso di inadeguatezza e la misura del pene non fa' certo eccezione.
Forse uno psicologo o un sociologo potrebbero avere qualcosa da dire in più al riguardo, questa è solo la mia umile opinione personale, però vorrei concludere decontestualizzando il credo del fuciliere di Full Metal Jacket "Questo è il mio fucile. Ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio. Il mio fucile è il mio migliore amico, è la mia vita (etc.)"... È più bella la vita se sappiamo dire di amare il nostro "fucile" no? 😎
*******fun Donna
956 Post
@***80 penso che tu abbia detto tutto e direi che meglio di così fosse impossibile.
Per fortuna sono la minoranza le persone che si esprimono dicendo che meno di 18cm non sanno cosa farsene!
Siamo molto esteticamente influenzati ed anche il pene fa' parte del "visibile".
Ognuno ha i propri gusti aldila' della efficenza e della praticita' ... e questo fvale pe tutto quell oche 'e fisico.
Penso che ci sia la volonta' a volte di affrontare qualcosa che stupisca e si cerca le'sagerazione o il piu'.

Il problema sono i requisiti TEMPORANEI di quell oceh viene ritenuti bello e/o necessario.
Essere "campioni dello standard" da' l'impresisone di essere pronti ad affrontare tutto ed avere sempre risultati positivi.
Essere fuori dallo standard puo' essere tragico, soprattutto se l'ambiente frequentato putna solo su quello.
IMHO il probelma e' capire il peso del sesso nella coppia e comprendere le possiblita' che le caratteristiche fisiche dei singolo possono offrire.

Io parlo da normodotato con incurisoni di fantansia anche in ambiti bisex e m irendo conto che le dimensioni posso avere il loro impazzo ma ho visto che molti "fuori standard" diverstirsi e molto ...
Con la normalita' si sa' che ce ne sono molti ... e basta.
Il mio pene è lungo 26 cm, mi diventa durissimo
*****tio Uomo
8 Post
Il mio membro non è sicuramente lungo; diciamo che è nella media, in tiro 14/15 cm.
Onestamente non mi dispiacerebbe essere più virile; ho provato ad usare delle pompe ma non ho visto alcun riscontro.
Se qualcuno sa darmi dei consigli li accetto ben volentieri.
Ciao @*****tio, dopo il primo post che ho scritto, c'era qualcosa che avrei voluto aggiungere; approfitto della tua richiesta per farlo.

Ovviamente, ciò che scrivo qui di seguito lo scrivo da uomo, sarebbe bello se qualche donna fosse interessata ad unirsi alla discussione e a condividere un parere.
Partendo dal presupposto che ad ogni uomo, in fondo in fondo, piaccia fare "bella figura" e soddisfare la propria partner, ribaltiamo il discorso sul pene e parliamo per un momento della vagina.

Prima cosa, la fisiologia. (Citando da humanitas.it)
"La vagina è un condotto formato da muscoli e membrane che mette in comunicazione l’ultima parte del collo dell’utero con l’ambiente esterno all’organismo. Rappresenta l’ultimo tratto delle vie genitali femminili e la sua funzione principale è quella di accogliere il pene durante l’atto dell’accoppiamento."
"La vagina è un organo cavo dell’apparato genitale femminile, misura tra gli 8 e i 12 centimetri di lunghezza e presenta un epitelio stratificato i cui elementi cellulari variano i propri caratteri nel corso del ciclo mestruale e in base all’età."
"La parte superiore della vagina ospita la sporgenza della cervice uterina mentre l’estremità inferiore, ovvero quella che volge verso l’esterno del corpo, sbocca nella vulva (orifizio esterno della vagina)."
Conclusione: se hai fatto i conti avrai notato che le tue dimensioni sono già oltre quello che una vagina è fisiologicamente in grado di accogliere.

Seconda cosa, esperienza personale.
Ogni donna che ho incontrato aveva preferenze diverse; per una addirittura la zona del piacere era nei primi centimetri, tanto da doverlo quasi fare uscire del tutto ad ogni movimento per darle il massimo appagamento. Ad alte piaceva più in profondità, ma a nessuna piaceva che raggiungessi la massima profondità, ovvero arrivare al collo dell'utero; anche se durante il travaglio per permettere la fuoriuscita del feto avvengono delle modifiche note come stiramento del collo dell'utero, in generale per una donna è doloroso arrivare così in profondità.
Conclusione: tutti i centimetri aggiuntivi che molti uomini sentono la necessità di avere hanno più l'utilità di appagare una certa fantasia da parte di alcune donne o di coincidere con un pene più grosso; l'unica utilità pratica è quella di migliorare il "distanziamento sociale"... Se devo essere sincero, l'unico "vantaggio" che mi ha portato averlo più grosso della media è che non mi è stato concesso il "lato B", o che, se lo hanno fatto, è stato molto poco volentieri... Chiamalo vantaggio...

Terza cosa, la logica.
Una donna può raggiungere l'orgasmo durante il sesso orale?
Sì, e, da quello che ho visto, di solito sono anche molto contente.
Esiste qualcuno con mezzo metro di lingua?
A meno che uno non abbia un formichiere nell'albero genealogico ne dubito fortemente...
Conclusione: siamo destinati a tenerci il pene che abbiamo, ma non credo tu abbia bisogno di nessun consiglio perche il tuo è assolutamente normale e assolutamente idoneo ad appagare una donna; quello che posso dire lo dico in forma di augurio, ovvero ti auguro di avere la curiosità di scoprire la tua partner, cosa le piace e cosa non le piace, la voglia di condividere le vostre fantasie e la serenità di viverle insieme, perché la cosa più importante è che siamo persone, non prese della corrente che devono combaciare per forma e dimensione.

Spero possa essere di aiuto.
Passo e chiudo 😎
Concordo con il fatto che la grandezza vari dalla volontà della donna... Ognuna trova il suo piacere a modo diverso, quello che dovrebbe fare l'uomobè scoprire in che modo.


Poi scusate l'intromissione ma io non ho capito come funziona qua... I commenti nei post si possono mettere ma i messaggi sono a pagamento?
Quando ero ragazzo la lunghezza era un ossessione...capirai cresciuto guardando i film di Rocco ... Poi crescendo e maturando esperienze ho capito che tutto e relativo il piacere si innesca in mille modi che non sempre hanno a che fare con le misure. Oggi sono sereno ed in pace ho avuto molte esperienze alcune positive altre negative ma poche volte l'esito positivo o negativo è dipeso dalla lunghezza della mia dotazione
********0_ve Uomo
1 Post
18
*******fun Donna
956 Post
@***ko il forum e i gruppi sono aperti a tutti. Chiunque può leggere e scruvere.
I membri base possono ricevere messaggi e rispondere ma non possono essere loro a scrivere.
Puoi chattare solo se l´altra persona fa il primo passo *g*
Grazie mille... Beh non è male dai
Io penso che un pene vada considerato sotto molti punti di vista e che non lo si possa giudicare solo in base alla lunghezza: c'è la larghezza, la forma, il fatto che possa essere dritto o ricurvo, piu grosso alla base e più stretto in punta (o viceversa) ecc... Per esempio un pene ricurvo può essere più adatto in certe posizioni perché riesce a toccare certi punti particolari. Ogni pene può avere così tanti punti di forza di cui magari non ci accorgiamo perché ci preoccupiamo troppo della lunghezza. È successo anche a me. Io non ho un pene lungo (sono sui 13 cm) e per molto tempo la cosa mi infastidito. Però il mio pene è abbastanza grosso, soprattutto al centro, ed è più stretto in punta. Alcune partner l'hanno trovato perfetto per il sesso anale, perché la punta più stretta consente una penetrazione più facile per poi dare un senso di dilatazione man mano che entra.
Inoltre penso che il pene non sia tutto. Il sesso va fatto con tutto il corpo. Esplorando il nostro corpo, potremmo scoprire di apprezzare la stimolazione di altri parti del corpo (la prostata per esempio) o di apprezzare certi odori, certi sapori e così via.
io sono normodotato non è molto lumgo ma abbastanza grosso spero che piaccia a qualcuna
******ova Uomo
637 Post
Bell'articolo e , purtroppo , problema di disinformazione e di fobie infondate.
Luoghi comuni e film hanno , probabilmente creato problemi. Basta pensare a tutta una serie di battute che si basano sulle dimensioni del pene.
A parte quelli che sono proprio mini e quelli che sono troppo super...le donne mi hanno sempre detto che la dimensione e' si' importante , ma che sono state soddisfatte da svariate dimensioni in quanto conta molto anche altro.
Se qualcuna cerca solo oltre i 20 cm o se lo vuole bello , dritto , cruvo o altro...beh rientra nei suoi gusti e non e' una " regola di gradimento ".
Ho anche trovato qualcuna che lo cercava mini , tutto e' soggettivo.
Comunque e' , da noi , imperante la cultura della mascolinita' legata alle dimensioni...ma purtroppo non del cervello *g*
In passato, su delle chat, mi sono sentito chiedere: "Ma il tuo cazzo quanto è lungo?...., ma il tuo cazzo quanto è grosso?...., sborri tanto?...." oppure ancora: "ah...ma sei un'uomo di mezza età?...allora nemmeno ti si raddrizzerà!!!"
Sinceramente, quando sento queste domande, mi passa la voglia.... Ho un pene normale....PUNTO.
Leggendo quì i vari post....uno in particolare mi ha colpito...in quanto il sesso non è fatto solo di penetrazione, una donna può aver piacere anche in altri modi, tutto è soggettivo, sia per l'uomo che per la donna.
Non nascondo, che la mia vita affettiva/sessuale non è stata delle migliori: sposato per 10 anni con una donna che si eccitava solo a svuotarmi il portafoglio ma a letto era un disastro. Quella ninfomane di turno, che doveva scopare h24, ecc. ecc. Quella che ti usava finchè le faceva comodo e poi ti scaricava oppure quella che teneva il piede in tante scarpe.....
Perdonatemi, sono uscito dal concetto...ma per quanto mi riguarda, non ritengo che le dimensioni facciano la differenza...ma sono le donne che a volte pretendono troppo...
*******ura Uomo
201 Post
@****VR se parliamo di quello che si pretende in una relazione forse. Ma non so se volere molto in un rapporto possa essere considerato necessariamente un difetto.
Tornando al tema della discussione a me sembra che siamo noi uomini a dare troppa importanza al nostro membro. Solitamente le donne sono più predisposte a un uso del corpo più ampio dei soli genitali, oltre che una propensione a viaggiare maggiormente con la fantasia. Ovviamente generalizzo e parlo di tendenze, per cui sono possibili tutti i casi opposti a quanto ho detto.
A volte ci sono necessita' "estetiche" ed anche esse sono criteri validi per l'eccitazione, in quanto tali vanno rispettate.
CI sono periodi in cui inseguiamo caratteristiche precise o riteniamo che esse siano necessarie.
Esse lo sono, per noi, quan funzionano nelal testa, fino al loro eventuale esaurimento di effetto.
Avere qualcusa di stereotipicamente "migliore" puo' aiutare e poi e' visibile, come se bastasse o fosse il fine ultimo.
Per alcuni lo e' ... mentre per altre pratiche le dimensioni e certe apaprenze i ntermini di quantita' sono decisamente secondarie
Accedi e partecipa alla discussione
Vuoi partecipare alla discussione?
Iscriviti gratuitamente per discutere su tematiche sessuali e fare domande ai membri.